Campanile S. Andrea - Vercelli

google map

Altezza: 58.60 m
Pianta 9.70x9.70 m
Incarico: Opere di restauro e consolidamento  strutturale (primo lotto)
In RTP con arch. M. Zocco, arch.
F. Giau, arch. T. Longo, arch. Alice Barreca, ing. C. Guidi, C. Torre, D. Demaria, Geoengineering

Committente: Comune di Vercelli
Realizzazione 2017

RESTAURO
Rimozione di elementi di muratura a rischio di caduta, generale pulitura di primo livello a secco , scarificatura dei giunti, eliminazione della vegetazione/patina biologica, Integrazione delle lacune dei singoli elementi fittili , risanamento parti di tessitura muraria sconnessa e instabili,  incollaggio e fissaggio scaglie del materiale lapideo, stuccatura e microstuccatura del materiale lapideo, consolidamento superficiale degli intonaci  ecc

INDAGINI STRUTTURALI 
- prove a martinetto piatto semplice e doppio
- estrazione di carote
- prove endoscopiche
- shove-test (prove a taglio)
- prove penetrometriche sulle malte

CARATTERIZZAZIONE DINAMICA
Le prove di tipo ambientale sono consistite nella misura delle vibrazioni ambientali, in cui l’eccitazione è data da  fattori  quali  vento,  traffico,  microtremori, ecc. E' stata quindi misurata la sola risposta  della torre per poi effettuare,  attraverso tecniche  di  analisi  modale operazionale, la   stima delle grandezze che caratterizzano la risposta dinamica della struttura.

VULNERABILITA' STATICO-SISMICA
La torre è stata modellata agli elementi finiti con l'uso del SW MIDAS GEN. E' stata quindi eseguita una completa analisi statica nonlineare (PUSH OVER) per valutare la risposta dell'edificio alle azioni sismiche

DSC 6376
DSC 6377
DSC 6395
DSC 6405
DSC 6406
DSC 6409
DSC 6381
DSC 6373
DSC 6369

(Torna a "Edifici Storici")

Tags: Edifici storici, Vulnerabilità sismica, Consolidamento, Indagini strutturali, Diagnostica strutturale

Stampa Email